domenica 7 aprile 2013

Pan brioche senza impasto con lievito madre

Per variare un po' la monotonia della nostra colazione di tutti i giorni ( quella della domenica è un'altra storia...) ero alla ricerca di una ricetta semplice da poter realizzare in tempi relativamente brevi, e quando ho letto che per preparare questo pan brioche non era necessario l'impasto non ero molto convinta: era troppo semplice per essere vero! La ricetta originale, che ho trovato da Comida de Mama, prevedeva inoltre l'utilizzo del lievito di birra, quindi non sapevo se rielaborandola ne sarebbe uscito qualcosa di buono... Ho deciso comunque di provare, ed il risultato ha superato di gran lunga le aspettative: non avrei mai creduto di ottenere un pane così buono senza fare praticamente nulla! 




INGREDIENTI per stampo da plumcake da 25 cm:

- 190 gr. farina manitoba
- 45 gr. acqua tiepida
- 90 gr. lievito madre solido rinfrescato
- 50 gr. di miele
- 2 uova a temperatura ambiente
- 100 gr. burro
- 1 cucchiaino di sale

Per guarnire:
- latte q.b.
- granella di zucchero

Per prima cosa ho sciolto il burro a bagnomaria e l'ho lasciato raffreddare. In una ciotola ho sciolto il lievito madre nell'acqua tiepida, ed aggiunto man mano tutti gli altri ingredienti lasciando il sale per ultimo, in modo da non farlo entrare in contatto con il lievito. Ho semplicemente mescolato il tutto fino a rendere l'impasto omogeneo, ho coperto con pellicola e lasciato riposare a temperatura ambiente per 6-7 ore. Ho poi riposto la ciotola in frigo fino al momento dell'utilizzo. La cosa straordinaria è che il lievito fa tutto da solo! L'impasto deve rimanere in frigo almeno 24 ore, ma può essere lasciato anche fino a 5 giorni: io ho iniziato il giovedì pomeriggio e l'ho utilizzato il sabato mattina. Su una spianatoia infarinata ho modellato la pasta fino a farne un filone lungo circa 25 cm e l'ho adagiato in uno stampo da plumcake precedentemente imburrato ed infarinato. Ho lasciato lievitare in ambiente tiepido ( 28° ) fino a che l'impasto non ha raggiunto il bordo dello stampo ( circa 7 ore ). In questa stagione in cui si inizia a non accendere più la stufa ho trovato uno stratagemma per ricreare l'ambiente tiepido: preriscaldo il forno elettrico a 40° per 5 minuti, e poi, con l'aiuto di un termometro, attendo che la temperatura scenda attorno ai 30° e metto l'impasto nel forno chiuso. Ovviamente la temperatura non è costante, ma il calore iniziale riesce comunque a garantire una buona lievitazione. Una volta completata la lievitazione ho preriscaldato il forno a 180°, ho spennellato la superficie con il latte ed ho ricoperto con una spolverata di granella di zucchero,ed ho infornato per 25 minuti, facendo attenzione che la crosta non scurisse troppo. L'aspetto ed il profumo erano invitanti, stamattina l'abbiamo assaggiato ed abbiamo avuto la conferma che anche il gusto è davvero gradevole! Buona cucina a tutti!

Stagione:

Difficoltà:


Tempi di esecuzione:
da giovedì ore 15
a sabato ore 16





Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...