giovedì 22 dicembre 2011

Risotto pollo e verdure

Ieri sono andata con il mio piccolo a trovare mia mamma, che come sempre mi ha preparato qualcosa da portare a casa: visto che aveva il focolare acceso ha fatto il brodo con le ali di pollo. Il brodo l'ho utilizzato per cuocere dei canederli per cena, le ali di pollo le ho trovate in frigo stamattina ed ho deciso di riciclarle per pranzo: volevo fare il cous cous, ma non ne avevo a sufficienza, e così ho dirottato l'idea sul cugino europeo, il risotto.

INGREDIENTI per 4 persone:
- 280 gr. di RISO
- 1/2 CIPOLLA
- 1 PEPERONE
- 2 ZUCCHINE
- 2 CAROTE
- 2 ALI di POLLO bollite
- OLIO E.V.O. q.b.
- mezzo bicchiere di VINO BIANCO
- 1 lt di BRODO
- SALE q.b.
- 30 gr. FORMAGGIO GRATTUGIATO q.b.
- PEPERONCINO in POLVERE q.b.

Ho iniziato a preparare le verdure: ho tagliato la cipolla a fettine sottili, la carota e la zucchina a quarti e poi a fettine, ho pelato il peperone e l'ho tagliato a piccoli quadrati. Ho poi tagliato le ali di pollo a pezzettini. Ho versato in una padella antiaderente un filo d'olio e quando si è scaldato ho aggiunto le verdure, il pollo con un pizzico di sale ed ho fatto cuocere a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, fino a fare appassire il tutto. Consiglio 1: se avete tempo l'ideale è non aggiungere acqua alle verdure, ma farle cuocere il più lentamente possibile; se non avete tempo aggiungete alle verdure dell'acqua bollente per accelerarne la cottura ( il risultato non sarà però uguale..). Quando la verdura si è asciugata ho aggiunto il riso ed ho alzato la fiamma per farlo tostare. Ho poi versato il vino per dare sapore al tutto e l'ho fatto evaporare. Consiglio 2: quando versate il vino inclinate la pentola, in modo che il gas infiammi l'alcol: in questo modo rimane l'aroma del vino ma ne scompare la traccia acida nel gusto. Ho poi aggiunto metà del brodo ed a completo assorbimento ho abbassato la fiamma e proseguito mestolo a mestolo fino a completa cottura del risotto. Purtroppo avevo finito il brodo di pollo, sarebbe stato l'ideale. Si può comunque utilizzare il brodo di altra carne, quello vegetale, o, nel caso estremo, dell'acqua bollente salata. Consiglio 4 : non fidatevi dei tempi indicati sulle confezioni, l'unico metodo per verificare quando è pronto il riso è assaggiarlo durante la cottura. A cottura quasi ultimata ho mantecato con metà del formaggio grattugiato per legare riso e condimento. Ho servito con un filo d'olio evo a crudo, il rimanente formaggio ed una spolverata di peperoncino piccante in polvere. Il tocco finale è quello che conferisce a qualsiasi piatto ciò che lo rende irresistibile: buona cucina a tutti!
Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...