domenica 3 febbraio 2013

Frittura di gamberoni e verdure in pastella di lievito madre

Dopo aver sperimentato, con risultati modesti, vari tipi di pastella, credo di aver finalmente trovato la ricetta giusta. In questo periodo mi sto sbizzarrendo con l'utilizzo del lievito madre, e la pastella che ho utilizzato ha come base proprio questo magico ingrediente che ha la capacità di rendere tutto più buono. In tutte le ricette che ho trovato navigando si citava l'utilizzo degli avanzi di lievito come base per la pastella dei fritti, ma senza specificare le dosi, e così ho deciso di provare a creare il giusto mix tra gli ingredienti per raggiungere un'adeguata consistenza ed una corretta quantità.


INGREDIENTI per 2 persone:
- 300 gr. di gamberoni
- 1/2 cipolla 
- 1 zucchina
- 200 gr. di lievito madre rinfrescato
- 170 gr. acqua 
- 6 cucchiai colmi di farina bianca
- olio di arachidi 300 ml circa
- sale q.b.

In una ciotola ho sciolto il lievito madre nell'acqua ed ho aggiunto la farina mescolando con una frusta, fino ad ottenere un composto cremoso, e l'ho messo a riposare in frigo per un paio d'ore. Dopo aver tolto la testa ai gamberoni, li ho scottati in acqua bollente salata con una foglia di alloro per circa 10 minuti, li ho scolati e messi a raffreddare. Nel frattempo ho tagliato la cipolla a rondelle di spessore circa 3 mm e le ho messe a bagno in acqua per una mezz'oretta. Ho tagliato la zucchina nel senso della lunghezza a fette dello stesso spessore, le ho tagliate a metà e poi le ho passate nella farina. Ho tolto il guscio ai gamberoni, ho inciso la schiena per eliminare l'intestino e li ho risciacquati sotto l'acqua corrente. Li ho poi conditi con sale, pepe ed un filo d'olio evo e tagliati a metà per fare dei bocconcini un po' più piccoli. Dopo 10 minuti li ho uniti alla pastella mescolando bene il tutto. Ho messo a bollire l'olio in una pentola dai bordi alti, e mentre raggiungeva la temperatura ho scolato le cipolle, e le ho poi passate nella farina. Aiutandomi con un cucchiaio ho scolato i gamberoni dalla pastella , li ho fritti un po' per volta e li ho messi ad asciugare su carta assorbente. Stesso procedimento per le verdure infarinate, ma anziché versarle tutte nella ciotola della pastella ho immerso i pezzi ad uno ad uno per evitare che con la farina si incollassero tra loro. Ho salato leggermente ed ho servito accompagnando con una bella insalata mista rinfrescante. Con queste dosi otteniamo un abbondante piatto unico per 2 persone o un buon secondo piatto per 4. Questa ricetta è una rielaborazione di due ricette che ho trovato sul blog Così cucino io ( spiedini di gamberi pastellati e fritto vegetariano versione lievito madre ), che vi invito a visitare. La prossima volta mi cimenterò con la frittura mista di pesce, se viene come questa mi accontento..Buona cucina  tutti!
Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...