giovedì 10 gennaio 2013

Orecchiette alle cime di...broccolo

Quando sparecchiando ci si accorge che i piatti sono stati ripuliti alla perfezione dalla scarpetta è un segno davvero gratificante per chi cucina. In più se la ricetta in questione è particolarmente semplice siamo di fronte al piatto ideale, che porta massimo rendimento con il minimo sforzo. Mi ricordo che da piccola andavamo in un ristorante vicino a casa, e mio papà le prendeva sempre: arrivava questo piatto fumante di orecchiette rosse al punto giusto e piccanti quanto basta...Quando le ho cucinate per la prima volta non mi sono posta il problema di come fossero fatte le cime di rapa, ed ho dato per scontato che la verdura che avevo acquistato fosse proprio ciò che cercavo. In realtà ho poi scoperto che non avevo utilizzato le cime di rapa, bensì quelle di broccolo, quindi la mia non è un'interpretazione, ma proprio una deviazione dalla ricetta tradizionale!


INGREDIENTI:
- 140 gr. orecchiette
- 250 gr. cime di broccolo
- 1 spicchio d'aglio
- 2 filetti acciuga
- olio evo q.b.
- 200 gr passata di pomodoro
- 30 gr. pecorino
- pepe nero q.b.
- olio piccante a piacere

In una padella antiaderente ho fatto soffriggere l'aglio e l'acciuga con un filo d'olio evo. Una volta che l'acciuga si è trasformata in pastella ho aggiunto il pomodoro e l'ho lasciato cuocere a fuoco lento per una decina di minuti. Nel frattempo ho lavato e tagliato il broccolo e l'ho messo a cuocere in una pentola d'acqua bollente salata per 10 minuti. In realtà non ho utilizzato solo le cime, anche il gambo è buono e in più conferisce alla pasta una doppia consistenza. Mi sembra sempre un peccato buttar via delle parti di verdura se è possibile sfruttarle in qualche modo! Nella stessa acqua ho poi messo a cuocere la pasta: il tempo di cottura è variabile a seconda del tipo di pasta, io acquisto delle orecchiette artigianali in cui è indicato tempo di cottura 12', ma prima di 20 minuti non sono pronte...Passati i primi 10 vale la pena fare un assaggio e regolarsi di conseguenza. A cottura ultimata ho scolato con il mestolo forato e trasferito il tutto nella padella del sugo dove ho saltato le orecchiette a fuoco vivace per un paio di minuti. A questo punto il broccolo si è trasformato in una deliziosa crema che ha addensato il sugo di pomodoro. Se è troppo denso ci si può regolare aggiungendo un po' d'acqua di cottura, che è meglio non buttare subito, perchè in casi come questi può tornare utile..Ho aggiunto il pecorino grattugiato amalgamandolo bene ed ho terminato con una macinata di pepe nero. Ho infine servito la pasta ancora fumante con un'ultima spolverata di pecorino. L'ultimo tocco è a discrezione dei commensali: sulla nostra tavola non manca mai l'olio piccante, ma è difficile dosarlo a priori in modo che sia gradevole a tutti i palati!Buona cucina a tutti
Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...